Circolari

Gentile Cliente, Desideriamo ricordarLe che ai sensi dell’art. 15 del DL 179/2012, già a decorrere dal 30 giugno 2014, i soggetti che effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, sono tenuti ad accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di pagamento. Fino al 2021, tuttavia, in caso di violazione dell’obbligo, non risultava prevista alcuna sanzione. Per tale motivo numerosi contribuenti non si erano dotati del POS. L’art. 19-ter del DL 152/2021 (“decreto PNRR”) è, quindi, intervenuto con l’introduzione del comma 4-bis all’art. 15, DL n. 179/2012, per definire la prima norma sanzionatoria applicabile: alla “mancata accettazione” di

Gentile Cliente, Desideriamo informarLa che con provvedimento n. 197396 del 8 giugno 2022, l’Agenzia delle entrate ha approvato le istruzioni operative per accedere al contributo a fondo perduto per i settori del wedding, dell’organizzazione di feste e cerimonie, e di hotel, ristoranti e catering (HO.RE.CA), previsto dal Dl Sostegni-bis (Dl n. 73/2021, art. 1-ter). Con il suddetto provvedimento sono approvati il modello e le modalità per la trasmissione dell’istanza, che può essere effettuata in via telematica a partire dal 9 giugno e fino al 23 giugno 2022. L’importo riconosciuto sarà accreditato direttamente sul conto corrente del beneficiario. Chi può accedere al contributo Come previsto dal decreto del Ministro dello sviluppo

Gentile Cliente, La informiamo che con Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 29 aprile 2022 è stato approvato, insieme alle relative istruzioni e specifiche tecniche, il modello di dichiarazione dell’imposta di soggiorno, che i titolari delle strutture ricettive situate sul territorio devono trasmettere entro il prossimo 30 giugno ai Comuni dove è stata deliberata tale imposta. L’imposta di soggiorno è stata istituita, in prima battuta, dal DL. n. 78/2010, il quale ha introdotto un “contributo di soggiorno” a carico di coloro che alloggiano nelle strutture ricettive di Roma Capitale, e successivamente estesa dal D. Lgs. 23/2011 ai comuni capoluogo di

Gentile Cliente, desideriamo informarLa che dal prossimo 1° luglio 2022 è stato esteso l'obbligo di fatturazione elettronica anche ai titolari di partita Iva in regime forfettario, finora esclusi. L’esclusione inizialmente prevista dall’articolo 1, comma 3, D. Lgs. 127/2015, è stata modificata dall’articolo 18, comma 2 e 3, D.L. 36/2022 relativo a Ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Tale norma è il recepimento dell’Italia a livello legislativo delle richieste validate a livello europeo di estensione della fatturazione elettronica (FE) ai «soggetti passivi che si avvalgono della franchigia per le piccole imprese di cui all’articolo 282 della Direttiva

Gentile Cliente, desideriamo informarLa circa le novità introdotte per determinati lavori correlati alle detrazioni per interventi “edilizi”. Decorrenza Per i lavori avviati successivamente al 27 maggio 2022, il comma 43-bis dell’art. 1 della L. 234/2021, inserito dall’art. 28-quater comma 1 del DL 4/2022, ha previsto un nuovo adempimento che si va ad aggiungere a quelli già esistenti necessari al fine di poter fruire delle detrazioni per interventi “edilizi”: indicare il contratto collettivo applicato “nell’atto di affidamento dei lavori” e “nelle fatture emesse in relazione all’esecuzione dei lavori”. Il nuovo obbligo, ai sensi del comma 2 dell’art. 28-quater del DL 4/2022, riguarda quindi i lavori

Gentile Cliente, desideriamo informarLa che sono stati pubblicati da Regione Veneto insieme a Unioncamere Veneto due bandi per la concessione degli aiuti di cui al decreto-legge 22 marzo 2021 n. 41, coordinato con la legge di conversione 21 maggio 2021 n. 69, relativi a misure di sostegno ai comuni ubicati all’interno di comprensori sciistici. I bandi sono rivolti alle imprese del settore ricettivo ed extra ricettivo ed hanno la seguente dotazione finanziaria; Attività del settore ricettivo: euro 26.132.479 Attività del settore extra ricettivo: euro 8.710.826 Gli importi dei ristori potranno essere ridotti proporzionalmente, in relazione al numero delle domande che saranno ammesse, allo

Gentile Cliente, desideriamo riepilogare in questa sede le norme che governano la distribuzione degli utili sia da un punto di vista civilistico che fiscale, con particolare riferimento ai diversi regimi di tassazione dei dividendi in ragione dell’anno di produzione dell’utile. Da un punto di vista civilistico, si ricorda che la distribuzione dell’utile d’esercizio è vincolata da una serie di limitazioni, con l’obiettivo primario di tutelare il patrimonio aziendale, nonché per garantire i creditori sociali. In merito alla destinazione dell’utile, infatti, lo stesso è deliberato dopo aver: coperto eventuali perdite; stanziato la quota per la costituzione della Riserva legale (Art. 2430 c.c.), quantificata in

Gentile Cliente, desideriamo informarLa che nell’ambito del c.d. “Decreto Sostegni-ter” è stato previsto il riconoscimento di un nuovo contributo a fondo perduto a favore degli esercenti specifiche attività di commercio al dettaglio (tra cui abbigliamento, calzature, cosmetici, fiori e piante, carburanti, orologi e gioielli) colpite dall’emergenza COVID-19, che presentano una riduzione del fatturato 2021 rispetto a quello del 2019. Il contributo è finanziato dai 200 milioni del “Fondo per il rilancio delle attività economiche”. Il recente decreto del MISE pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 82 del 7 aprile, fissa anche le modalità di trasmissione delle domande e di concessione delle agevolazioni. Soggetti beneficiari Il contributo spetta

Gentile Cliente, desideriamo informarLa che in sede di conversione del D.L. 4/2022 c.d. “Decreto Sostegni-ter”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 28 marzo 2022, è stata introdotta una nuova rimessione in termini per il versamento delle somme dovute ai fini della c.d. “rottamazione dei ruoli” e del c.d. “saldo / stralcio”. La scadenza di versamento delle predette somme è stata più volte oggetto di differimenti, originariamente ad opera del D.L.18/2020 c.d. “Decreto Cura Italia” e da ultimo modificato dal DL 146/2021 c.d. “Decreto Fiscale” in base al quale era stato considerato tempestivo il versamento delle rate da corrispondere nel 2020 e nel 2021

Gentile Cliente, desideriamo portare alla Sua attenzione il DL n. 21 del 21 marzo 2022 (cd "Decreto Ucraina") pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 67 del 21 marzo 2022, ed entrato in vigore il 22 marzo 2022, che contiene norme volte a calmierare gli aumenti causati dalla crisi tra Russia e Ucraina. Bonus carburante ai dipendenti (art. 2) Viene stabilito che per l'anno 2022 l'importo del valore di buoni benzina, o titoli analoghi, ceduti a titolo gratuito da aziende private ai dipendenti per l'acquisto di carburanti, non concorre al reddito del lavoratore dipendente, in base a quanto disposto dall'articolo 51, terzo comma, del DPR

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi