credito d'imposta Tag

Gentile Cliente, desideriamo con la presente esaminare alcune delle principali novità introdotte dal D.L. 30.12.2021 n. 228 (c.d. Milleproroghe) come modificato dalla legge di conversione nella L. 25.2.2022 n. 15 pubblicata in G.U. 28.02.2022 n. 49 ed in vigore dal 1° marzo 2022. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RATEAZIONE DEI CARICHI DI RUOLO Secondo quanto previsto dall’art. 2-ter del DL 228/2021, vengono riaperti i termini per presentare la richiesta di rateazione a favore dei contribuenti con piani di dilazione per i quali, prima dell’8 marzo 2020, sia intervenuta la decadenza dal beneficio e che non hanno presentato domanda di riammissione entro il 31.12.2021 ai

Gentile Cliente, desideriamo segnalarLe con la presente la possibilità di accedere al Bonus pubblicità anche per l’anno 2022. Il credito d’imposta derivante dagli investimenti pubblicitari (cd. Bonus pubblicità o tax credit pubblicità) è stato introdotto dall’art. 57-bis del D.L. 50/2017, che ha subito ormai numerose modifiche da vari provvedimenti legislativi. Possono accedere al beneficio le imprese o i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie, sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato. L’art. 57-bis comma 1-quater del DL 50/2017 attualmente in vigore prevede che, per

Gentile Cliente, il 27 gennaio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.L. n. 4/2022 (c.d. Decreto Sostegni ter), di cui di seguito esaminiamo le principali novità fiscali. Misure di sostegno per le attività chiuse L’articolo 1 del Decreto-legge n. 4/2022 (Decreto Sostegni ter), prevede delle ulteriori misure di sostegno per le attività chiuse o sospese fino al 31 gennaio 2022 per effetto della pandemia. Tra le novità, oltre al rifinanziamento del Fondo, vengono previste delle sospensioni per taluni termini di versamento. In particolare, per i soggetti esercenti attività d'impresa, arte o professione, aventi il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa

Gentile Cliente, Con l’approssimarsi della fine del 2021 desideriamo porre attenzione agli adempimenti richiesti per fruire del credito d’imposta per i beni strumentali 4.0 (già oggetto della nostra precedente circolare n. 10/2021). Ricordiamo infatti che, alle imprese che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi 4.0 (indicati nell’allegato A annesso alla L. 232/2016), a decorrere dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021, spetta un credito d’imposta nella misura: del 50 per cento del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro; del 30 per cento del costo, per la quota di investimenti superiori a 2,5 milioni e fino a 10 milioni di euro; del 10

11 dicembre Domande contributo per enti non commerciali Le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale, iscritte negli appositi registri, e le ONLUS iscritte nell’Anagrafe dell’Agenzia delle Entrate, devono presentare al Ministero del lavoro e delle politiche sociali la domanda per un apposito contributo: ·         qualora nel corso del 2020, in conseguenza della pandemia da COVID-19, abbiano cessato o ridotto l’esercizio delle attività statutarie di interesse generale, individuate con i codici ATECO riportati in allegato al DM 30.10.2021; ·         in via telematica, mediante l’apposita piattaforma “Ristori Enti Terzo Settore”, disponibile all’indirizzo https://servizi.lavoro.gov.it. 13 dicembre Domande contributo fondo perduto per soggetti di maggiori dimensioni Gli esercenti attività d’impresa,

Gentile Cliente, desideriamo ricordarLe che, con tre distinti Decreti Direttoriali firmati lo scorso mese di ottobre 2021, il Mise ha stabilito modelli, contenuti, modalità e termini di invio delle comunicazioni previste dalle rispettive discipline dei crediti d’imposta appartenenti al Piano Transizione 4.0. La comunicazione al Mise è adempimento disposto ex lege in relazione alle seguenti misure agevolative: credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi 4.0, di cui ai commi 189 e 190 dell’articolo 1, L. 160/2019 e di cui ai commi 1056, 1057 e 1058 dell’articolo 1, L. 178/2020; credito d’imposta R&S&I&D, di cui ai commi 200, 201, 202 e 203

Gentile Cliente, desideriamo informarLa che l’art. 32 del DL 73/2021 (c.d. “Sostegni-bis”, recentemente convertito in legge) ha riproposto il cosiddetto credito di imposta sanificazione, per le spese sostenute nei mesi che vanno da giugno ad agosto 2021. SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare dell’agevolazione: i soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni; gli enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti; le strutture ricettive extra-alberghiere a carattere non imprenditoriale dotate di codice identificativo regionale ovvero, in mancanza, identificate mediante autocertificazione in merito allo svolgimento dell’attività ricettiva di bed and breakfast. SPESE AGEVOLABILI Il credito d’imposta spetta per le spese sostenute

Gentile Cliente, desideriamo informarLa in merito alle principali novità introdotte dal D.L. 73/2021 (cd Decreto Sostegni-bis), pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25/05/2021 e in vigore dal 26 maggio 2021 Gli interventi previsti si articolano su 7 principali linee di azione: sostegno alle imprese, all’economia e abbattimento dei costi fissi; accesso al credito e liquidità delle imprese; tutela della salute; lavoro e politiche sociali; sostegno agli enti territoriali; giovani, scuola e ricerca; misure di carattere settoriale. Di seguito una sintesi di alcune novità introdotte, in particolare relativamente al sostegno alle imprese. Contributo a fondo perduto È previsto dall’art. 1 del DL 73/2021 (Decreto Sostegni-bis) un ulteriore

Gentili clienti, In conseguenza della pandemia da Covid-19, sono state emesse, sia da parte dello Stato che di altri enti pubblici, numerose norme per l’introduzione di interventi di sostegno delle imprese. Tale normativa ha previsto l’erogazione di contributi a fondo perduto e di numerosi crediti d’imposta, tra i quali il c.d. “bonus locazione” e quello per sanificazione e adeguamento dei locali, nonché il contributo a fondo perduto. Di seguito sono illustrate le implicazioni contabili di quelli più rilevanti, tenendo conto dei recenti chiarimenti forniti dall’Organismo Italiano di Contabilità. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO EX DL 34/2020 (DECRETO RILANCIO) L’art. 25 del DL 34/2020 (Decreto Rilancio)

Gentile Cliente, desideriamo informarLa in merito alle principali novità introdotte dal Decreto Sostegni, approvato venerdì 19 marzo dal Consiglio dei Ministri, non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale al momento di invio della presente Circolare. Gli interventi previsti si articolano in 5 ambiti principali: sostegno alle imprese e agli operatori del terzo settore; lavoro e contrasto alla povertà; salute e sicurezza; sostegno agli enti territoriali; ulteriori interventi settoriali. Di seguito una sintesi di alcune novità introdotte, in particolare relativamente al sostegno alle imprese. Contributo a fondo perduto Si prevede un contributo a fondo perduto per i soggetti titolari di partita IVA che svolgono attività d’impresa, arte

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi