Mise Tag

Gentile Cliente, Con l’approssimarsi della fine del 2021 desideriamo porre attenzione agli adempimenti richiesti per fruire del credito d’imposta per i beni strumentali 4.0 (già oggetto della nostra precedente circolare n. 10/2021). Ricordiamo infatti che, alle imprese che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi 4.0 (indicati nell’allegato A annesso alla L. 232/2016), a decorrere dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021, spetta un credito d’imposta nella misura: del 50 per cento del costo, per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro; del 30 per cento del costo, per la quota di investimenti superiori a 2,5 milioni e fino a 10 milioni di euro; del 10

11 dicembre Domande contributo per enti non commerciali Le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale, iscritte negli appositi registri, e le ONLUS iscritte nell’Anagrafe dell’Agenzia delle Entrate, devono presentare al Ministero del lavoro e delle politiche sociali la domanda per un apposito contributo: ·         qualora nel corso del 2020, in conseguenza della pandemia da COVID-19, abbiano cessato o ridotto l’esercizio delle attività statutarie di interesse generale, individuate con i codici ATECO riportati in allegato al DM 30.10.2021; ·         in via telematica, mediante l’apposita piattaforma “Ristori Enti Terzo Settore”, disponibile all’indirizzo https://servizi.lavoro.gov.it. 13 dicembre Domande contributo fondo perduto per soggetti di maggiori dimensioni Gli esercenti attività d’impresa,

Gentile Cliente, desideriamo ricordarLe che, con tre distinti Decreti Direttoriali firmati lo scorso mese di ottobre 2021, il Mise ha stabilito modelli, contenuti, modalità e termini di invio delle comunicazioni previste dalle rispettive discipline dei crediti d’imposta appartenenti al Piano Transizione 4.0. La comunicazione al Mise è adempimento disposto ex lege in relazione alle seguenti misure agevolative: credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi 4.0, di cui ai commi 189 e 190 dell’articolo 1, L. 160/2019 e di cui ai commi 1056, 1057 e 1058 dell’articolo 1, L. 178/2020; credito d’imposta R&S&I&D, di cui ai commi 200, 201, 202 e 203

Gentili Clienti, Vi informiamo che, nella serata di ieri 25 marzo 2020, con Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico sono stati aggiornati e modificati i Codici ATECO di cui all’allegato 1 del decreto del Presidente del Consiglio di Ministri del 22 marzo 2020 relativi alle attività non sospese. Nello specifico, in particolare: Sono stati aggiungi dei codici ATECO per i quali è ammessa la prosecuzione dell’attività e che nell’allegato 1 al DPCM 22 marzo 2020 non erano invece compresi; tali nuovi codici risultano evidenziati in azzurro nell’elenco riportato in calce alla presente circolare; Sono stati esclusi alcuni codici ATECO compresi in

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi